Reggio Emilia, nota ai piú per la sua fama gastronomica, é anche e sopratutto patria di alcune delle “Storie” che hanno segnato l’avvento dell’ Industria moderna italiana dal dopo guerra.
In questa terra piatta, segnata dal Grande fiume , la crisi degli ultimi anni si é riversata come una piena incontrollabile, colpendo sopratutto i giovani e definendo cosí il ruolo marginale che essi stanno ricoprendo nel mercato del lavoro.
Questo dunque lo scopo delle interviste che seguiranno; non tanto una sterile polemica, ma quanto una soluzione.
Vere e propire “Perle di creativitá”, nelle quali i giovani si rinventano, cercando nuove opportunitá la dove non sono state date.

Il Blank é un negozio unico nel suo genere.
Ubicato nel centro storico di Reggio, raccoglie pezzi unici di design per la casa e per la persona.
Oltre alla vendita in negozio é giá attivo il servizio di vendita
on-line: http://www.blankreggioemilia.com/

Via Panciroli, 4/C
42121 Reggio Emilia
P.iva  02335220352
Tel. 0522 436730
aperto: da lunedì a sabato h 9-12:45 / 16-19:30
chiuso
: lunedì mattinaaperto: giovedi pomeriggio

Biografia

Cecilia Acerbi, originaria di Brescello, frequenta l’istituto tecnico per geometri nel reggiano per poi trasferirsi a Milano per iscriversi all’ISAD, scuola d’arredamento e design.
Dopo le prime esperienze lavorative a Milano, il ritorno a Reggio coincide con le prime collaborazioni nei negozi d’arredamento; in particolare Toschi Arredamento, storico negozio ubicato nel centro storico, è una vera e propria scuola sul campo.
Assaggiata anche la carriera da libera professionista, per svariati anni si dedica all’azienda di famiglia responsabile nel settore del cartongesso.
Tre anni fa inizia l’avventura del Blank, negozio di oggettistica e design, che raccoglie pezzi unici.





Cos’è per te la creatività?


Creare vuol dire esprimere ciò che hai assorbito dalla vita, da quello che vedi, dalle sensazioni che provi.
Nessuno ha mai creato niente, è tutto una rivalutazione di ciò che già esiste; vi è solo un adattamento alla modernità di quello che la nostra mente percepisce e rielabora.
Una palla tonda la puoi anche vedere quadrata se hai immaginazione e fantasia.
E’ necessario esprimersi sfidando le idee convenzionali.








Chi consideri creativo?

I creativi per eccellenza sono i bambini.
Perché hanno una mente liberi senza vincoli dettati dalla società.




Reggio Emilia come accoglie i giovani imprenditori?

La mia esperienza è stata molto negativa.
Ho cercato di partecipare a numerosi bandi di concorso, non riuscendo quasi mai a rientrare nelle caratteristiche richieste; non credo di essere l’unica in questa situazione.
Moltissimi bandi escludono le persone che superano i trent’anni, oltre ad avere numerosi vincoli.
Quando il Blank era nella vecchia sede, ho cercato di partecipare ad uno di questi nel quale rientravo, ma con il trasferimento, essendo valutata diversamente la zona, sono stata esclusa.
Io credo di contribuire alla rivalutazione di Reggio, eppure sono molto delusa, anche se mi piacerebbe che le cose cambiassero in meglio per il centro storico.
Mi dispiace molto perché Reggio è la mia città, oltre ad essere molto vivibile, e sarebbe bello se fosse rivalutata come merita, attirando così clienti anche da fuori provincia; ma per fare tutto ciò c’è bisogno anche dell’aiuto delle autorità.


Biography


Cecilia Acerbi, who comes from Brescello, attended the Technical Institute for Surveyors at Reggio Emilia and then moved to Milan to enroll in ISAD
to study in the field of Interior Design.
After the first work experiences in Milan, she got back to Reggio Emilia. Thus, she began to collaborate in furniture stores, in particular  “Toschi Arredamento”, an historic shop located in the city centre and, really, a “school of life”.
For several years she devoted herself to the family business in the field of plasterboard, working there as manager, after having tried her career working freelance.
Three years ago she began the adventure named Blank.
 
 What is creativity for you?

To create means to express what you have absorbed from life, from what you see, the sensations you feel.
No one has ever created anything, it’s all a re-evaluation of what is already existing, there is only an adaptation to modernity of what our mind perceives and reworks.
You can also see a round ball like a square ball, if you have imagination and fantasy.

 
Whom do you consider creative?

Children are the most creative par excellence, because their mind is free from the constraints of society.

How Reggio Emilia welcomes young entrepreneurs?

My experience was really negative.
I tried to participate in several announcements of competition, almost never possessing the required characteristics for entering. I believe I’m not the only one in this situation.
Many announcements of competition exclude people over the age of thirty, as well as having a lot of constraints. I tried to participate in one of them – meeting in that case the necessary characteristics – , when Blank was in the old office, but with the transfer the new area was being assessed differently and I have been excluded.
I believe to contribute to the rediscovery of Reggio Emilia, and yet I am very disappointed, though I’d like things would change for the historic city centre.
I am very disappointed because Reggio Emilia is my city and, besides being very liveable, it would be nice if it was re-evaluated as it deserves, attracting customers from outside the province. However, to do all that we also need the aid of the authorities.

 Ascolta
Trascrizione fonetica

Foto e Articolo di Marianna Brevini; traduzioni Giulia Bacci.